IL MESE DEL CUORE FA TAPPA A MILANO

Danacol in collaborazione con il Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma e con l’Università Cattolica del Sacro Cuore porta a Milano il Mese del cuore.

 

A marzo cinque weekend di chek up gratuiti gestiti a Milano dal Gemelli e Danacol. Si potranno valutare i principali sette fattori di rischi cardiovascolari e ribadire l’importanza della prevenzione, come emerge dai dati del primo screening condotto a Roma

Milano, 2 febbraio 2017 – Un italiano su due non fa prevenzione del rischio cardiovascolare. Mettendo a rischio la propria salute. La metà di questi “inconsapevoli” scopre infatti di avere livelli di colesterolo preoccupanti. Per questo si è tenuto oggi l’incontro stampa per presentare il Mese del Cuore, iniziativa di prevenzione rivolta ai consumatori e promossa da Danacol in collaborazione con il Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma, e con l’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Dopo il successo dello scorso anno a Roma l’iniziativa arriva a Milano, con cinque fine settimana di visite gratuite offerte alla cittadinanza presso i chiostri dell’Università Cattolica (di seguito le modalità di partecipazione).

Nella prima esperienza, condotta al Policlinico Gemelli nel settembre 2016, i cittadini hanno potuto effettuare check up gratuiti e ricevere una valutazione dei fattori di rischio individuali.
È stato condotto uno screening finalizzato a verificare il grado di consapevolezza delle persone rispetto al rischio delle malattie cardiache e all’importanza della prevenzione. Ed è emersa la fotografia di un Paese che risponde alle campagne di prevenzione gratuita ma che ha ancora molto da imparare sugli stili di vita collegati a longevità e qualità della vita.

Lo screening del Mese del Cuore, realizzato in collaborazione con Danacol, ha riguardato circa 1.200 persone, dai 18 ai 90 anni, a cui si aggiungono i risultati di oltre 26.000 utenti registrati al portale viaggioalcuoredelproblema.it, dove è stato messo a disposizione un percorso formativo e test di autovalutazione dei sette principali fattori di rischi cardiovascolare: pressione arteriosa, indice di massa corporea, colesterolo, dieta equilibrata, esercizio fisico, fumo e glicemia.

Nel complesso i dati offrono l’immagine di un Paese ancora sospeso fra la consapevolezza dell’importanza della prevenzione e la sottovalutazione del valore di controlli periodici, a tutte le età. Due persone su 3 (38%) del campione analizzato, infatti, non avevano misurato il colesterolo nell’ultimo anno: di questi, la metà (50%) non era consapevole di avere valori fuori dalla norma con livelli di colesterolo sopra i 200 mg/dl. Inoltre, il 61% delle persone valutate sono risultate con valori alti di pressione arteriosa e il 56% in sovrappeso, quindi oltre 1 su 2 del campione analizzato.

Le osservazioni hanno inoltre permesso di confermare come il colesterolo di chi fa attività fisica regolare sia nettamente più basso, così come quello di coloro che hanno un regime alimentare equilibrato. Nonostante questo, più della metà delle persone coinvolte nei check up ha dichiarato di non seguire una dieta equilibrata (52%) e di non fare regolarmente attività fisica (53%).

 

Ancora tanti i fumatori: il 24% del campione non rinuncia alle sigarette, un dato preoccupante che testimonia quanto ancora sia necessario investire in campagne di sensibilizzazione sul tema, essendo ormai incontrovertibile il nesso fra fumo e malattie cardiovascolari.

Il Mese del Cuore arriva, dunque, a Milano a marzo e a settembre replicherà a Roma. Il progetto si avvale del team specialistico, coordinato dal professor Francesco Landi, docente della facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica e geriatra presso il Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma, che da anni è impegnato sul piano scientifico e didattico su temi legati alla prevenzione e all’identificazione dei fattori associati a una longevità “di successo”.

«Un corretto stile di vita può aiutare a controllare in modo sostanziale i fattori di rischio per lo sviluppo di importanti patologie» afferma Landi. «Iniziative di sensibilizzazione come il Mese del Cuore possono contribuire ad una maggiore consapevolezza degli italiani sul tema prevenzione. È sufficiente un semplice check up per valutare la correttezza delle proprie abitudini di vita e ricevere preziosi consigli su come vivere in modo più sano e più a lungo. L’estensione del progetto con la tappa di Milano è un segnale concreto del successo di questa iniziativa».

Viaggio al Cuore del Problema è la piattaforma digitale di formazione e apprendimento sui fattori di rischio cardiovascolare realizzata da Danacol, in collaborazione con i medici del Policlinico A. Gemelli di Roma ed i ricercatori dell’Università Cattolica, per accompagnare i consumatori in un percorso finalizzato a migliorare la propria salute. Si tratta di un test di auto-valutazione semplice ed efficace con cui è possibile scoprire se il proprio stile di vita è corretto.

«L’adesione al progetto del Mese del Cuore, unitamente al servizio offerto dal portale online viaggioalcuoredelproblema.it ha confermato l’interesse degli italiani nei confronti della prevenzione cardiovascolare, evidenziando la necessità di diffondere ulteriormente la conoscenza dei 7 fattori di rischio, raggiungendo tutte le fasce di età” – continua Landi -. I risultati ottenuti dall’iniziativa sono di tale rilievo per la comunità scientifica che saranno presentati in occasione del 2nd World Congress on Public Health and Nutrition che si terrà a Roma il 22-24 marzo».

«Con il Mese del Cuore e progetti formativi come Viaggio al Cuore del Problema, Danone prosegue la propria missione di portare la salute attraverso l’alimentazione” – ha dichiarato Silvia Brisigotti, Brand Activation Manager Danacol – e si impegna a diffondere tra i consumatori un’attenzione alla corretta alimentazione e al mantenimento di uno stile di vita sano, in modo da garantire la tutela della propria salute».

 

GLI APPUNTAMENTI A MILANO

Il Mese del Cuore, iniziativa di prevenzione rivolta ai consumatori e promossa da Danacol in collaborazione con il Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma, farà tappa a Milano nel mese di marzo.

Dal 3 marzo al 2 aprile i medici del Policlinico A. Gemelli effettueranno un check up gratuito presso la sede dell’Università Cattolica a Milano, in Largo Gemelli 1.

Per prenotare l’appuntamento sarà necessario telefonare al Numero Verde dedicato 800.08.77.80 fino al 17 febbraio. I check up gratuiti saranno effettuati nei 5 week end dal 3 marzo al 2 aprile e si terranno nella sede milanese dell’Università Cattolica, nei seguenti orari: venerdì dalle 16.30 alle 19 – sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19 – domenica dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 16.

 

Durante l’appuntamento i medici del Policlinico A. Gemelli eseguiranno ad ogni partecipante la misurazione della pressione arteriosa, dei valori di glicemia e colesterolo, dell’indice di massa corporeo, unitamente alla valutazione dello stile di vita, delle abitudini alimentari e di alcuni parametri di performance funzionale (come ad esempio, la forza muscolare), per rilasciare al termine una scheda con i risultati delle valutazioni eseguite e una serie di consigli e raccomandazioni per un più corretto stile di vita.

Il progetto del Mese del Cuore sarà promosso anche attraverso una campagna di comunicazione incentrata sulla diffusione di messaggi di prevenzione tra i consumatori. A partire dal 29 gennaio è on air una la campagna pubblicitaria multicanale, trasmessa principalmente sulla tv generalista, con uno spot della durata di 30’’, di cui gli ultimi 5 dedicati a promuovere questa iniziativa. È attiva contemporaneamente anche una campagna sulle principali radio nazionali.

 

Per ulteriori informazioni:

 

Danone Italia S.p.A.

Salvatore Castiglione – Quality & Regulatory Director

Salvatore.castiglione@danone.com – +02/60746837

 

Burson Marsteller – Ufficio Stampa

Delia Ciccarelli – delia.ciccarelli@bm.com – 02/72143590

Francesca Mioni – francesca.mioni@bm.com – 02/72143539

 

Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli e Università Cattolica del Sacro Cuore – Ufficio Stampa

Nicola Cerbino – nicola.cerbino@unicatt.itufficio.stampa@policlinicogemelli.it – 06/30154442 – 4295

Gerardo Ferrari – gerardo.ferrari@unicatt.it – 02/72342216